_________________________________________________

ALESSANDRA BRAMERI

Psicologa Psicoterapeuta, libera professionista, lavoro in studio privato e sono consulente di Enti locali presso i servizi sociali, della Corte d’appello di Genova e di alcune cooperative del Terzo settore.

Sono consigliere dell’Ordine degli Psicologi della Liguria dal 2014 e ho incarico di Responsabile della redazione; svolgo inoltre volontariato nel campo culturale e sociale da oltre un quarto di secolo.

L’esperienza professionale che mi vede coinvolta sia nell’attività clinica che in attività di progettazione, anche in equipe multiprofessionali, mi ha dato modo di sperimentare la complessità del mercato del lavoro e di mettere in campo la creatività quale risorsa imprenditoriale. Penso pertanto di potermi identificare con i colleghi liberi professionisti che lavorano nel privato e che organizzano la propria vita attorno ad un’attività variegata e distribuita sul territorio, spesso dispersiva. Conosco bene il dispendio di energie necessario per tenere insieme con senso diverse anime della stessa professione, peraltro amata, e come questo abbia un impatto sulla vita personale e professionale laddove il ritorno economico, inoltre, non è adeguato all’impegno profuso.

Attraverso l’attività presso i servizi sociali degli Enti locali ho avuto modo di capire quanto sia importante implementare questo ruolo e promuoverlo in misura più imponente nei Comuni della Regione per una presa in carico della comunità anche da punto di vista psicologico.

Ho deciso quindi di ricandidarmi per continuare a portare avanti un progetto nato 6 anni fa.

Credo fermamente che informare, aggiornare e quindi formare i colleghi, sia una missione importante di un Ordine in contatto con gli iscritti. Attraverso la creazione di una rete imprescindibile di collegamento attraverso informazioni, eventi, aggiornamenti, opportunità di confronto e condivisione dei saperi, i colleghi anche non inseriti in un contesto aziendale o istituzionale, ma impegnati nel proprio studio personale, possono sentirsi collegati e non soli a gestire una professione difficile, spesso vittima di pregiudizi e certamente sottopagata.

Accanto a questa missione, credo che sia necessario tenere altrettanto informata la cittadinanza attraverso un’azione sia divulgativa, per creare una cultura psicologica nella popolazione, sia di promozione della professione contenendo gli abusi e tutelando così l’utenza dal rischio di rivolgersi a chi non è adeguatamente preparato.

Noi psicologi abbiamo risorse da spendere, siamo creativi e resilienti e possiamo aprirci ad altri campi del mercato in modo imprenditoriale: compito della rete dei colleghi rappresentato dall’Ordine è di aprire finestre di aggiornamento e promuovere la professione all’esterno attraverso un’opportuna presenza ai tavoli in cui si organizza e decide l’intervento professionale in Liguria tra cui mi sta a cuore il ruolo dello psicologo nell’Ente locale.

________________________________________________________

Per contattarmi puoi scrivere a: abrameri62@gmail.com

______________________________________________________________________________________________________________________________________

:::::::::::::

GIULIANA CALLERO

Svolgo la mia attività di Psicologa-Sessuologa, Psicoterapeuta e Mediatore Familiare, sia il CEMP dal 1984 che in ambito privato con studio professionale in Genova.

Ho svolto e tuttora svolgo attività di educazione e di informazione sessuale all’interno del Consultorio attraverso colloqui individuali o di gruppo.

Maturate competenze nell’ambito della Psicologia Giuridica ho mantenuto il mio interesse per l’ambito Forense approfondendone le tematiche; sono nominata come CTU dal Tribunale Ordinario, dei Minori ed Ecclesiastico di Genova e Province. Molti gli incarichi come CTP.

Particolarmente attenta ai diritti dei minori sono spesso utilizzata come Ausiliario del Giudice nella prassi, ormai consolidata a Genova, dell’ascolto del minore nei casi di separazione e divorzio dei genitori.

Sono stata coordinatore per diversi mandati del gruppo di lavoro di psicologia giuridica promosso dall’Ordine degli Psicologi della Liguria.

Convinta di dover tenere in primo piano la dimensione deontologica come fondamentale per la professione, non manco di evidenziare la necessità di conoscenza del Codice Deontologico e delle sue applicazioni.

Sono stata eletta nella precedente Consigliatura con l’incarico di Referente per le questioni deontologiche; per questo sono stata a disposizione degli iscritti che mi hanno potuto raggiungere telefonicamente, per mail o chiedendo un colloquio, per dirimere o avere chiarimenti su dubbi deontologici sopraggiunti nell’ambito della professione.

Come coordinatore della Commissione Deontologica dell’Ordine sono intervenuta a tutela della professione prendendo in esame le segnalazioni riguardanti gli abusi della professione e provvedendone l’invio alle Autorità Competenti (NAS).

Se sarò rieletta, manterrò la mia disponibilità a sostenere i colleghi nell’applicazione del Codice Deontologico fornendo chiarimenti ad eventuali dubbi nell’esercizio della professione.

Mi impegnerò affinché lo psicologo che sceglie di svolgere attività forense, se impiegato come Consulente dei Tribunali, possa avere i giusti riconoscimenti.

________________________________________________________

Per contattarmi puoi scrivere a: giuliana.callero@gmail.com

-_________

_________

BIANCAMARIA CAVALLINI

Sono Psicologa del Lavoro libera professionista e mi occupo principalmente di formazione.

Lavoro su temi come la collaborazione inter-generazionale in azienda, la genitorialità digitale, la promozione di cultura digitale, il personal branding, le soft skills e la resilienza.

Collaboro da alcuni anni con T Seed, società genovese di formazione e consulenza, con la quale portiamo percorsi di formazione in grandi aziende e collaboriamo con enti di formazione sul territorio.

Occasionalmente scrivo per blog e riviste del settore (Persone&Conoscenze, Realtà Liguria, ecc.) e faccio parte del GdL in Psicologia delle Organizzazioni.

Da sempre mi appassiona il rapporto tra psicologia e digitale, che ho trasformato in professionalità ed esperienza lavorativa e che desidero continuare ad esplorare anche in virtù di nuovi scenari ed ambiti di intervento a favore della nostra professione.

Se sarò eletta il mio obiettivo sarà potenziare la comunicazione dell’Ordine verso il territorio, la cittadinanza e gli enti, sia attraverso una maggiore presenza online e sui social, sia attraverso la collaborazione con associazioni, organizzazioni ed aziende.

Mi muove il desiderio di far ancor più conoscere i diversi ambiti della Psicologia, la sua accessibilità e inclusione e il ruolo che può – e deve – avere.

Parallelamente, mi piacerebbe essere un punto di riferimento per tutti i giovani colleghi che si trovano a relazionarsi con il mondo del lavoro, ad orientare le scelte lavorative e a costruirsi una propria professionalità.

__________

Per contattarmi puoi scrivere a: biancamaria.cavallini@gmail.com

__________

__________

ARMANDO DE DONNO

Opero come psicologo nel campo del benessere organizzativo in una pubblica amministrazione genovese. Gestisco lo sportello d’ascolto rivolto ai dipendenti dell’ente, per fornire risposte al disagio correlato alla dimensione lavorativa; coordino e partecipo alla produzione ed erogazione di moduli formativi sulla comunicazione, la gestione dei conflitti, la regolazione emotiva, lo stress, il lavoro in gruppo, le pari opportunità; progetto e realizzo interventi di coaching organizzativo per supportare singoli e gruppi.

Attraverso il mio lavoro mi propongo di favorire una gestione delle risorse umane centrata sulla persona, con un approccio di tipo preventivo, attento alle dimensioni intangibili ma imprescindibili dell’individuo, della relazione e del gruppo, che riduca il progredire delle problematiche verso profili sanitari o giuridico/disciplinari, e la loro soluzione secondo logiche meramente burocratiche. Vorrei impegnarmi perché questo approccio entri a far parte delle culture organizzative e nelle prassi delle nostre amministrazioni pubbliche come luoghi di lavoro attrattivi, innovativi e orientati alle persone.

Mi sono in precedenza occupato di tossicodipendenti, partecipando ad una innovativa esperienza di comunità terapeutica a gestione pubblica (Sant’Ilario 1982-1994), di senza dimora, accompagnando la nascita e i primi passi della associazione Massoero 2000; di minori e genitorialità fragile, di progettazione di servizi e cura di reti in ambito socio educativo. Non posso non citare al riguardo la significativa esperienza di (co-)ideazione e sviluppo della rete pubblico-privato dedicata ai servizi di accoglienza dei nuclei madre/bambino.

Se eletto intendo impegnarmi in favore del miglioramento del sistema dei servizi sociali cittadini, in particolare attraverso la valorizzazione del lavoro di rete e una più riconosciuta presenza della prospettiva psicologica.

________________________________________________________

Per contattarmi puoi scrivere a: adedonno2@alice.it

 

 

FRANCESCO DURAND

Dirigente Psicologo nel SerT dell’ASL3, e psicoterapeuta. Ho lavorato in Neuropsichiatria dell’ Infanzia e Adolescenza nella ASL2. Ho collaborato con la Guardia di Finanza. Sono stato supervisore di due équipe impegnate nel lavoro con i migranti. Inoltre ho lavorato per dieci anni in Comunità Terapeutiche Psichiatriche

Credo che per tutelare con forza la nostra professione sia indispensabile però investire con passione sulla competenza, sulla formazione e sull’approfondimento, coniugando la rigorosità del confronto con le peculiari qualità relazionali, personali, emotive degli psicologi. Ritengo imprescindibile per chi si occupa di clinica il rispetto del codice deontologico e di un setting abbastanza affidabile da consentire di poter distinguere chiaramente l’affettività protettiva di un professionista dalla confusione di rapporti pseudo-amicali retribuiti. Credo che per prevenire burn out, disamore, scoraggiamento e per mantenere la capacità di continuare a pensare pensieri nuovi sia importante implementare tendenze non divisive ma inclusive tra le diverse specificità del nostro grande gruppo. Quindi mi piacerebbe trovare il modo di coinvolgere maggiormente le nostre diverse anime nel dibattito interno che può darci forza per affrontare necessità identitarie, criticità istituzionali, emergenze sociali e sviluppo professionale dei colleghi con meno esperienza. Penso di avere avuto sufficiente esperienza nel settore delle Comunità per poter portare avanti le nostre ragioni con competenza e autorevolezza nei Settori Regionali competenti, con i vertici di gruppi privati ed altri interlocutori, affinché non venga svenduta la competenza degli psicologi o venga evidenziata pubblicamente la tendenza al ribasso della qualità dei servizi erogati.

Se sarò eletto mi impegnerò a trovare sinergie per promuovere eventi divulgativi di sensibilizzazione e prevenzione utili alla cittadinanza, al fine di migliorare l’accessibilità alla psicoterapia e al sostegno psicologico, a partire dalle fasce più deboli. Parallelamente mi impegnerò per valorizzare il lavoro poco riconosciuto di quei colleghi che lavorando nel cosiddetto “privato sociale” risultano meno tutelati.


Per contattarmi puoi scrivere a: francescodurand@alice.it


CLARETTA FEMIA

Psicologa – Psicoterapeuta ad indirizzo psicoanalitico, specializzata in Psicologia Clinica Perinatale.

Ho frequentato la Scuola di specalizzazione in psicoterapia presso il Ruolo Terapeutico di Genova, con cui ho continuato a collaborare per alcuni anni.

A partire dal tirocinio post lauream, è nata una vera e propria passione per il  prezioso lavoro di prevenzione che viene svolto in ambito pubblico presso i Consultori Famigliari.

Da allora, in seguito a stage, formazioni, corsi di specializzazione e borse di studio, svolgo la mia attività lavorativa in ambito pubblico e privato, occupandomi prevalentemente di prevenzione  e presa in carico della depressione post partum, sostegno alla genitorialità e salute mentale infantile.

Quest’area d’intervento mi consente di relazionarmi costantemente con altre figure professionali, indispensabili per poter attivare solide reti di supporto. Il lavoro di equipe e di continuità delle cure rappresentano una grande risorsa  per i nostri pazienti, ma allo stesso tempo richiedono impegno, flessibilità e capacità di mediazione da parte dei professionisti coinvolti. Il continuo scambio interprofessionale rappresenta per me una inesauribile possibilità di crescita e arricchimento professionale e personale.

Dal 2009 al 2013 sono stata eletta Consigliere dell’Ordine degli Psicologi della Liguria e  sono stata referente regionale del progetto“Sviluppo e promozione della professione” e referente regionale del progetto relativo alla Convenzione con la Guardia di Finanza. Ho inoltre coordinato i gruppi di lavoro di Psicologia Perinatale, Psicologia dello Sviluppo, Sostegno alla genitorialità e Psicosomatica.

Se sarò eletta, mi impegnerò a promuovere la Psicologia curando un dialogo interprofessionale e  valorizzando la specificità del nostro intervento a livello sociale e istituzionale.


Per contattarmi puoi scrivere a: c.femia@virgilio.it

 

MARA DONATELLA FIASCHI

Psicologa-psicoterapeuta. Lavoro da molti anni nel SSN nell’ambito della salute mentale adulti. Ho una formazione psicodinamica ma sono da sempre interessata all’approccio integrato. Negli ultimi vent’anni pratico ed insegno il modello della psicoterapia breve focale e l’approccio integrato alla terapia delle psicosi.

L’esperienza di Vice Presidente che si sta concludendo mi ha fatto capire quante siano le potenzialità dell’Ordine per portare avanti una politica professionale che possa davvero far comprendere agli Amministratori Pubblici, Privati e alle persone comuni come il professionista psicologo sia indispensabile nei Servizi Psichiatrici, delle Dipendenze, Consultoriali, nelle Strutture del Terzo Settore ( Comunità, C.D., RSA….) ed anche in contesti innovativi come le Cure Primarie, la Scuola, gli Ospedali, la Farmacia dei Servizi dove non è strutturalmente previsto.

Oggi un Ordine Professionale che ha a cuore l’interesse della professione e dei i suoi iscritti deve presidiare e tutelare la presenza degli psicologi nel SSR come stabilito dalle leggi che ne hanno permesso la loro introduzione. Non si può però ignorare che gli psicologi non sono ancora presenti in modo strutturato nei contesti destinati alla prevenzione e promozione del benessere. I contesti dove lo psicologo dovrebbe essere presente in maniera strutturata e capillare sono quelli della Scuola, delle Cure Primarie (nella Medicina Generale) a fianco di altri professionisti della Salute per dare il proprio contributo in un’ottica bio-psico.sociale, interdisciplinare e interprofessionale come ribadito dal Manifesto tra professionisti della Salute per un nuovo SSN. Gli psicologi impegnati nel Terzo Settore, impiegati in Strutture convenzionate, presso Cooperative o a contratto libero professionale spesso non vengono riconosciuti sul piano professionale e non tutelati a livello economico. Bisogna attivare tavoli tecnici con Enti Locali, Regionali ed Imprenditoriali per modificare questa realtà in sinergia con le Associazioni Sindacali e le Associazioni dei familiari.

Mi ricandido perché ho ancora voglia di mettere al servizio della professione e dei colleghi l’esperienza che ho maturato in questi sei anni di Consigliatura nella quale mi sono lasciata coinvolgere con passione. Se sarò eletta continuerò ad occuparmi della promozione e difesa della professione e lavorerò per attivare tavoli tecnici con Enti Pubblici e Privati ( Regione, Comuni) per dare concretezza e applicazione a protocolli d’Intesa, atti legislativi (CNOP-ANCI, Piano Cronicità, Decreto Calabria…) e alle figure professionali recentemente promosse (Psicologo Cure Primarie, Psicologo in Farmacia).


Per contattarmi puoi scrivere a: mara.fiaschi@fastwebnet.it


 GIUSEPPINA ROMEO

Psicologa clinica e psicoterapeuta a orientamento psicodinamico ho sviluppato in particolare il modello della Psicoterapia Breve Focale a Orientamento Psicoanalitico.

Dopo alcuni anni di attività professionale all’interno del Terzo Settore in comunità terapeutiche psichiatriche, ho lavorato dal 2000 nell’area della Salute Mentale Adulti del Sistema Sanitario Nazionale, prima in ambito ospedaliero e successivamente territoriale.

Ho maturato una lunga esperienza professionale nell’ambito dei disturbi psicologici della gravidanza e della perinatalità, collaborando nella gestione di casi complessi con Consultorio Familiare, Ospedale e Distretto Sociale.

All’interno del CSM per cui lavoro sono impegnata da alcuni anni nella promozione di attività di prevenzione e intervento clinico nella popolazione giovanile, con particolare attenzione alle fasce di età dell’adolescente e del giovane adulto.

Nell’ultimo anno mi sono occupata di assistenza psicologica nella fase post critica alle persone coinvolte dal crollo del Ponte Morandi avvicinandomi così all’ambito di intervento della Psicologia dell’Emergenza.

La lunga e diversificata esperienza clinica all’interno del contesto professionale in cui lavoro mi ha reso sempre più consapevole della necessità di sviluppare attività di studio e ricerca psicologica che, affiancandosi alla psicologia applicata, possano favorire la conoscenza dell’operato e del sapere psicologico, aspetto che ritengo cruciale per la promozione e la valorizzazione della nostra professione.

Infine la lunga esperienza di coordinamento dei tirocini professionalizzanti e il dialogo con i giovani psicologi ha reso per me evidente la necessità di potenziare la continuità tra percorso formativo, training professionale  e mondo del lavoro, anche attraverso una maggiore attenzione posta ai possibili sbocchi occupazionali.

Se sarò eletta vorrei sostenere attività di ricerca psicologica e confronto tra gli iscritti del settore pubblico e privato, promuovendo anche la diffusione dei saperi emersi. Vorrei infine contribuire a facilitare i contatti tra i giovani psicologi e il mondo del lavoro


Per contattarmi puoi scrivere a: giuseppina.romeo68@gmail.com


 ANNA ZUNINO

Specializzata in Psicologia della Salute, mi occupo di tematiche relative alla prevenzione e alla promozione della salute, che applico nella formazione di operatori del pubblico e del privato e nell’ambito di progetti di ricerca e intervento in contesti educativi e socio-sanitari. Sono docente a contratto c/o l’Università degli Studi di Genova e collaboro in qualità di consulente con Enti e organizzazioni che si occupano di formazione, di orientamento, di prevenzione e promozione della salute.

Nel 2014, con l’intento di sollecitare uno sguardo sulla professione che, oltre a mettere a fuoco i settori più tradizionali (psicologia clinica, dello sviluppo, etc), si allargasse verso nuove prospettive applicative (psicologia della salute, di comunità, del territorio, del traffico, etc), ampliando conseguentemente anche i territori occupazionali esplorabili dagli psicologi, decidevo di mettere a disposizione parte del mio tempo e delle mie competenze candidandomi a fare parte del Consiglio dell’Ordine. Una volta eletta, in questi anni, insieme agli altri Consiglieri, mi sono quindi impegnata ad avviare progetti utili allo sviluppo e alla tutela della professione, occupandomi in modo particolare della formazione e delle relazioni con l’Università e con altri Enti pubblici, oltre che dell’interazione con altre realtà professionali.

Ritengo di fondamentale importanza promuovere la crescita di una forte identità professionale, sempre più riconosciuta e visibile all’esterno, conseguita anche attraverso l’esplorazione e il presidio di nuovi spazi di intervento psicologico. E’ mia convinzione che il futuro della professione psicologica risieda nella sua capacità di consolidarsi attraverso l’affermazione di competenze e di prassi specifiche, e di aprirsi a nuovi ambiti applicativi.

Se sarò eletta, mi impegnerò quindi a dare continuità, potenziandoli, ai progetti già avviati nella precedente Consigliatura, e a promuoverne di nuovi, in modo da favorire l’incontro tra le istanze formative e occupazionali che provengono dagli iscritti e le opportunità offerte dal contesto, con l’obiettivo di rafforzare sempre più il contributo che la Psicologia può offrire alla vita sociale.

Nella consapevolezza che l’obiettivo è ambizioso, confido nel supporto che, nel caso di elezione, potrà arrivare sia dalla preziosa esperienza maturata in questi anni come Consigliere, sia dai Colleghi con cui collaborerò.


Per contattarmi puoi scrivere a: zunino.anna@gmail.com